Eventi

Barcellona Pozzo di Gotto in noir

20 December 2008

Una serata speciale per Barcellona Pozzo di Gotto e per l'Associazione Smasher che l'organizza. E' la saletta della Biblioteca Comunale Sez. Ragazzi Oasi che ospita questa serata con due personalità importanti del noir Siciliano, Roberto Mistretta, che ha pubblicato Il canto dell'upupa con Cairo Editore e Santo Piazzese, autore di importanti romanzi, tra cui Il soffio della valanga, editi da Sellerio. La discussione è stata piacevole e seguita da un pubblico numeroso che gremiva la Biblioteca. La gente osservava e ascoltava curiosa le risposte che gli scrittori davano alle domande intriganti di Giulia Carmen Fasolo. Ha vinto la letteratura il 23 novembre, con Roberto Mistretta che ha parlato di un suo lavoro terminato per la radio tedesca che parla della cattura di Bernardo Provenzano. Proprio questo lavoro ha come protagonista anche Attilio Manca, il giovane urologo barcellonese ucciso qualche anno fa nella sua abitazione. Ha poi dato dei consigli agli aspiranti scrittori, mostrando come la strada della letteratura sia ostica e piena d’insidie, ma non da abbandonare. Di letteratura purtroppo non si vive, però non bisogna smettere di scrivere. Ha poi invitato gli aspiranti scrittori a scrivere ciò che si sente, senza aspettarsi niente.
Piazzese ha posto l’accento su come i personaggi dei suoi libri siano molto simili a persone reali della sua vita, infatti nel carattere dei protagonisti c’è molto della sua vita e della sua personalità. Ha poi sconsigliato vivamente la strada della scrittura, affermando che «per ogni parola che si scrive se ne devono leggere almeno un milione». Ma dopo, quasi in un ripensamento inconsapevole, ha indicato come vanno costruiti gli intrecci, come sia necessario partire da una situazione osservata e porsi mille domande e darsi mille risposte, finché si sviluppa una storia.
La serata è terminata, come tutte le cose belle.
E Barcellona, quella vera e autentica, era tutta lì, nella saletta della Biblioteca Comunale ad ascoltare due personaggi che l’organizzazione della Fiera ha fortemente voluto per la caratura della loro carriera artistico-letteraria.

indietro