News

La Voce di Cremona su Sordide note infernali

Il giallo di casa nostra parla americano e inventa la scuola hard boiled siciliana

In libreria Sordide note infernali di Roberto Mistretta.
Il giallo di casa nostra parla americano e inventa la scuola hard boiled siciliana.
Un commissariato diretto dal commissario "mastino" Angelo Duncan, affiancato dai suoi simpatici e scapestrati aiutanti. Una ragazza, dalla folta capigliatura bruna, viene sgozzata nella sua casa. Sembra un classico delitto passionale se non fosse per una strana collana lasciatale al collo e una "sonata" per violino.
Note sordide e infernali destinate a ripetersi ancora. Le indagini di Duncan si scontreranno ben presto con una realtÓ terribile dove dovrÓ giocare una partita a due con un assassino, abilissimo e geniale.
Questo, e pietÓ per l'assassino, la cui personalitÓ Ŕ abilmente delineata dall'autore, ci offre "Sordide note infernali".
Il volume si deve alla penna di Roberto Mistretta, siciliano di nascita che vive tuttora nella sua isola, autore di romanzi per ragazzi e di altri due gialli, il cui investigatore Ŕ il maresciallo Saverio Bonanno e che verranno prossimamente tradotti in Germania: "Non crescere troppo" e "Il canto dell'upupa".
Scrive nella prefazione di "Sordide note infernali" lo scrittore Santo Piazzese: "...la nevrosi quasi ossessiva dell'investigatore di scuola hard boiled all'americana, ma rivisitato in salsa mediterranea, come Ŕ giusto che sia. Mistretta ne ricava un racconto serrato, tutto ritmo, non privo tuttavia di abbandoni quando la situazione lo richiede".


Articolo inserito il 29/10/2005

indietro