News

Roberto Mistretta cittadino benemerito di Mussomeli

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano invia un telegramma

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è congratulato all’iniziativa del sindaco che, coadiuvato in particolare dall’assessorato alla Cultura organizzatore dell’evento insieme all’ufficio Animazione culturale, ha conferito gli attestati di Benemerenza per meriti culturali a sette cittadini.
Tramite il Segretario generale, il Presidente della Repubblica ha scritto: “Attraverso l’agire dei singoli, una collettività cresce e prospera nel solco di una storia millenaria che ha visto i piccoli e i grandi centri italiani protagonisti della costruzione del patrimonio di civiltà e di cultura del nostro Paese. Questi esempi di azioni virtuose che hanno meritato l’omaggio di Mussomeli, sono il segno concreto della forza di un impegno che produce, giorno per giorno, i suoi frutti oltre i confini dell’operare quotidiano. In questa consapevolezza giungano a Lei signor sindaco, ai premiati e a tutti i partecipanti alla cerimonia, il cordiale saluto del Capo dello Stato cui unisco volentieri il mio personale”.
La serata, allietata dagli artisti musicali, Peppe Noto, Giannicola Ognibene e Massimo Genuardi, si è tenuta nella stupenda Aula “Giuseppe Sorge”, di palazzo Sgadari ex sede del municipio. I lavori sono stati aperti dalla dottoressa Liliana Genco Russo che ha letto una sua sentita lettera sulle tante bellezze di Mussomeli. Quindi il sindaco Gero Valenza, ha spiegato le finalità della sua iniziativa, chiarendone le finalità: “Abbiamo gettato un seme, negli anni a venire questo seme sono certo porterà altri frutti”.
Quindi l’assessore alla Cultura Angelo Barba, si è soffermato sull’iniziativa e sulla frase, tratta dalle Tuscolane di Cicerone che adorna ogni piatto consegnato ai cittadini benemeriti: “Honos alit artes”.
Quindi i nomi dei premiati: Giacomo Cumbo, Daniela Barcellona, Melo Minnella, Roberto Mistretta, Pino Petruzzella, Mario Ricotta, Maria Sorce Cocuzza, a cui segue: “Il cui impegno culturale e artistico è sociale l’ha reso benemerito della nostro comunità cittadina”.
A loro è stata anche consegnata una pergamena personalizzata. Momento di grande emozione quando in diretta dalla Spagna, il celebre mezzo soprano Daniele Barcellona, con voce emozionata, si è collegata telefonicamente con Mussomeli per ringraziare e salutare i parenti e promettendo: “Alla prima occasione verrò”.



Articolo inserito il 27/02/2007 08:07:51

indietro